Bologna: 7 marzo - Assemblea all'università. E ora sciopero generale!

Bologna -

Bologna, lunedi 7 marzo

Assemblea all'università. E ora sciopero generale!

 

Il Governo attacca il diritto del lavoro, diminuisce le tasse per i più ricchi, blocca i contratti del pubblico impiego per tre anni, parteggia per Marchionne, vuole eliminare lo statuto dei lavoratori e il diritto di sciopero, intende dare carta bianca all'impresa modificando la costituzione. Depotenzia la scuola, l'università e la ricerca pubblica, taglia i servizi sociali e non fornisce alcun sostegno al reddito.

I sindacati concertativi e complici tacciono di fronte allo smantellamento dello stato sociale, alla precarizzazione delle fasce popolari, avvallando di fatto la ricetta di governo e padroni per uscire dalla crisi che parla di privilegi per i ricchi e di esclusione sociale per molti lavoratori, giovani e studenti. Mentre anche la CGIL temporeggia e indietreggia di fronte a un conflitto latente in più settori nella società, dai quartieri, dalle fabbriche dalle scuole e dalle università si alza forte la richiesta di uno SCIOPERO GENERALE E GENERALIZZATO che manifesti in modo radicale la volontà di dire NO, e opporsi a chi per uscire dalla crisi vuole renderci schiavi privi di diritti e di un futuro.
Per mesi abbiamo richiesto lo SCIOPERO GENERALE nelle piazze al grido “QUE SE VAYAN TODOS”. Allo stesso modo, riconosciamo nell’immobilismo della dirigenza CGIL la sua complicità agli interessi di Confindustria.
Oggi quindi, in quello slogan QUE SE VAYAN TODOS, inseriamo anche le burocrazie sindacali concertative che in questi mesi hanno illuso i lavoratori, i precari, gli studenti e i migranti.
Salario e reddito, diritti e democrazia, di questo parla lo Sciopero Generale e Generalizzato dell'11 marzo 2011.
È il momento di riscendere in piazza quindi, a fianco dei Sindacati di Base e conflittuali che l’11 marzo

hanno indetto lo sciopero generale e generalizzato per tutti e tutte. Un primo momento per costruire insieme una vera alternativa di uscita dalla crisi dalla parte dei giovani, dei lavoratori, dei precari, degli studenti

ASSEMBLEA LUNEDI’ 7 MARZO
VIA ZAMBONI 38 AULA 4 ORE 17.00

Interverranno
lavoratori e delegati sindacali USB
e attivisti di Bologna Prende Casa

promuove:
Rete dei Comunisti- Collettivo Autunno Caldo- Giovani Comunisti