Perché solo il sindacato USB può essere contrario ai Fondi Pensione

e alle giornate di propaganda in loro favore pagate con soldi pubblici

Trieste -

Alcuni di voi hanno partecipato, nella giornata di lunedì 10 febbraio, alla giornata di propaganda organizzata dall'ateneo di Trieste allo scopo di convincere i lavoratori ad abbandonare le loro sicure liquidazioni (TFR e\o TFS) e investire le magre retribuzioni in favore del Fondo Pensione SIRIO.

Avete così constatato che solo questo sindacato di base - USB si è radicalmente opposto a tutto questo, sia in sede nazionale (non firmando gli accordi nazionali che tali fondi istituivano e promuovevano), sia in sede locale (USB ha chiesto che tale giornata non fosse organizzata o, in subordine, che venisse programmata al di fuori dell’orario di servizio. Tutto respinto perché eravamo solo noi a richiederlo).

Alcuni di voi si son chiesti come mai solo noi di USB prendiamo la parola contro i Fondi Pensione e la correlata distruzione del sistema pensionistico pubblico.

La risposta (contenuta già nel volantino distribuito a tutti i partecipanti all’incontro di lunedì) è che CGIL, CISL, UIL, CONFSAL e compagnia cantando, son dentro mani e piedi nei fondi pensione, sono i padroni dei Fondi pensione negoziali, controllano i consigli di amministrazione dei fondi al cui interno mettono loro uomini così da distribuire prebende e posti di potere. Perché non esiste solo la casta dei politici.

Ora, USB mette a disposizione di tutti (vedi il link di <USB Friuli Venezia Giulia> sotto riportato) l’atto notarile di costituzione del fondo SIRIO da cui risulta quali siano i proprietari (vale a dire i sindacati citati) e l’accordo nazionale di introduzione del TFR nel pubblico impiego, strumento propedeutico all’introduzione della previdenza complementare ad uso e consumo della solita compagnia delle opere sindacali.

In alcun documento troverete la firma di USB (o, all’epoca, di Rdb).

Carta canta…

Vai al link: friulivg.usb.it