"renzinonciscappi" USB, studenti, associazioni per dire no alle controriforme della "Trojka"

Renzi all'UniversitÓ di Torino il 18 febbraio

Torino -

Si Ŕ svolta al Politecnico di Torino il 3 febbraio un'assemblea partecipata da studenti lavoratori e associazioni territoriali in vista dell'inaugurazione dell'anno accademico dell'Ateneo che il 18 febbraio vedrÓ la partecipazione del Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

 

Dall'assemblea, indetta con lo slogan renzinonciscappi Ŕ emersa la volontÓ di preparare l'evento e costruire successive mobilitazioni per evidenziare all'opinione pubblica e ai politici il malessere determinato dal taglio dei servizi pubblici quali trasporti, sanitÓ , cultura e diritto ad abitare.

 

Paolo Barisone, delegato USB/P.I. in Ateneo, sottolinea la necessitÓ che anche se l'Ateneo il 18 di febbraio sarÓ blindato, cosý come successo recentemente alle UniversitÓ di Bologna e di Milano impedendo al dissenso di far sentire la propria voce, tale scadenza dovrÓ essere l'inizio di una stagione di lotte per fermare la definitiva abolizione dei servizi pubblici, fatta in nome di una Troika europea al soldo di banche e speculatori multinazionali.

 

USB sarÓ in piazza con Studenti, Lavoratori, disoccupati e precari per fermare questa deriva che l'attuale governo Renzi sta accelerando a colpi di riforme che annullano diritti costituzionali elementari, quali lavoro , istruzione e sanitÓ.

 

USB/P.I.-Politecnico di Torino