BARONI E DIRIGENTI: SUI TAVOLI SI PORTANO BRUNETTA

Roma -

In alcuni atenei i dirigenti stanno tentando in tutti modi di anticipare il decreto legislativo Brunetta prima ancora che ne sia redatta la versione definitiva e divenga obbligo di legge.

Il metodo è semplice se non fate gli accordi come vogliamo noi dirigenti allora faremo ricadere sulle vs. spalle la responsabilità delle riduzioni e deil taglio di salario di produttività che il decreto Brunetta prevede per il 75% del personale in servizio.

Un  atto ignobile di una dirigenza che ha scaricato senza alcuna vergogna i tagli ai bilanci e gli attacchi ai diritti più elementari dei lavoratori tecnico-amministrativi e che ora in nome della "scienza" classista delle baronie tentano anche di criminalizzare il personale che ha garantito la continuità, il miglioramento e l'ampliamento dei servizi degli atenei.

Non basta gridare VERGOGNA è urgente e necessario svergognare una classe dirigente del sistema universitario, baronale gestionale, che porta sulle spalle la responsabilità di 20 anni di riforme devastanti e oggi si sta caricando di seppellire il morto (L'Università Pubblica riformata) per scansare responsabilità e mantenere i propri privilegi e poteri in accordo col ministro ammazzasette Gelmini.

Di seguito riportiamo il grido allarme della RdB del Policlinico Tor Vergata di Roma e invitiamo strutture, attivisti, RSU e lavoratori a segnarci simili ricatti.

La nostrra linea di condotta è estremamente semplice e chiara: tutto il salario accessorio deve essere "stabilizzato" per tutti come progressioni economiche nelle categorie  (PEO) !

Questa è l'unica risposta contrattuale all'attacco devastante di Brunetta (e dei suoi complici sindacali e politici) !

--------------------------------------------------------------------------------------

IL PTV UTILIZZA I PROPRI DIPENDENTI COME CAVIE PER LA LEGGE BRUNETTA!
Non bastava la Fondazione!!!

E’ INTENZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE DEL PTV APPROVARE UN REGOLAMENTO PER LA DISTRIBUZIONE DELLA PRODUTTIVITA’ (il cosiddetto “Sistema Premiante”) SULLA BASE DI UNA LEGGE ANCORA IN FASE DI DISCUSSIONE!

Oggi in trattativa decentrata dovremmo comunicare all’Amministrazione quali punti ammorbidire per far passare dal 2^ semestre 2009 il “modello Brunetta” al PTV.
Un’accelerazione che precostituisce, per un verso,  condizioni peggiorative rispetto al decreto in approvazione.
TUTTO QUESTO
per distribuire risorse del tutto inadeguate a garantire un salario dignitoso.

LA RdB HA CHIESTO MAGGIORI RISORSE AGGIUNTIVE – QUELLE CHE PREVEDE IL CONTRATTO - E INCREMENTO DEL BUONO PASTO A 10 EURO.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni