DEMOCRAZIA SINDACALE: I CHIMICI CONFEDERALI FANNO DA BATTISTRADA AL FASCISMO SINDACALE PROSSIMO VENTURO

Roma -

Mentre Cgil-Cisl-Uil si preparano  a rimettere in discussione  l'assetto contrattuale  partendo dalla triennalizzazione delle vigenze contrattuali (vedi allegato) per arrivare allo smantellamento del contratto nazionale, continua il "confronto" sulla questione della rappresentanza sindacale. La Cgil vuole una legge, Cisl e Uil reclamano invece di decidere per via contrattuale. Intanto che infuria lo scontro nella Cgil, quelli dei chimici in pieno accordo con cisl e uil di categoria risolvono il problema blindandosi contro il sindacalismo di base e la democrazia sindacale.

DAL SITO WEB DELLA CUB

Con l'accordo interconfederale del 1993 si sanciscono le rsu e già dalla nascita confindustria e cgil-cisl-uil ne blindano la maggioranza  sottraendo al voto dei lavoratori il 33% dei componenti la Rsu , che quindi non è eletto dai lavoratori, ma designato dalle segreterie di cgil cisl uil, in pratica un sindacato diverso da loro per conquistare il 50% dei delegati rsu deve ottenere un consenso dai lavoratori pari all'80% dei voti!!!!

Inoltre alle altre organizzazioni viene imposto  il “balzello”del 5% delle firme dei dipendenti per poter presentare la lista.

ORA L'ENNESIMO TENTATIVO DI INTRODURRE REGOLE LIBERTICIDE: non contenti e spesso infuriati per i bastoni tra le ruote che qualche delegato RSU ha messo nei felici rapporti con i “padroni” hanno deciso di frapporre un altro ostacolo a chi tenta di far valere proposte diverse dalle loro, con l’ipotesi della raccolta al 20% delle firme per potere presentare la lista alle elezioni Rsu.

CRESCE LA REPRESSIONE DI OGNI DISSENSO INTERNO ALLE LORO ORGANIZZAZIONI: nel testo elaborato dalle segreterie di filcem, femca e uilcem viene definito che” la RSU attua le linee rivendicative e di gestione, promuovendo azioni conformi agli indirizzi deliberati dagli organismi di categoria i comportamenti difformi da questi principi possono costituire motivo per la decadenza della struttura (RSU)”.

Questa è la loro “democrazia” in cui chiunque è libero di portare avanti “solo le loro opinioni” Tutti questi anni di concertazione tra questi sindacati e confindustria ci hanno relegato agli ultimi posti europei per quanto riguarda i salari e con le loro manovre “politiche” portano la democrazia in fabbrica a livello zero..Lavoratori imponiamo un vecchio e collaudato metodo che si chiama DEMOCRAZIA UNA TESTA UN VOTO

Se vuoi che qualcosa cambi devi essere tu per primo a cambiare:PASSA ALLA CUB è il momento di dare un forte segnale ai sindacati che, “con senso di responsabilità sono stati disponibili a sacrificare i lavoratori” in cambio di poltrone.Milano febbraio 2008

A.L.L.C.A. (Associazione Lavoratrici e Lavoratori Chimici-Affini)
Confederazione Unitaria di Base

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni