L'APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA NICOLAIS NEGLI ATENEI - LA FUNZIONE PUBBLICA RISPONDE AI RETTORI

Milano -

La Funzione Pubblica risponde ai rettori. in allegato la circolare fatta girare dalla CRUI

In allegato il testo della direttiva sul precariato pubblico emanata dal ministero della ex funzione pubblica e le osservazioni della RdB.

Applicazione della direttiva Nicolais negli atenei:

 

Politecnico di Torino

 

Nell’incontro di trattativa svoltosi giovedì 5 luglio, l’Amministrazione ha informato la parte sindacale dell’intenzione di applicare l’Art.519 della Finanziaria/07, che prevede la stabilizzazione del personale Tecnico/Amministrativo che ha maturato tre anni di anzianità nel quinquennio 2002/2006, o che li stanno maturando. A tale scopo sarà approvato nella prossima seduta di CdA il relativo regolamento. Parallelamente saranno stabilite le modalità di stabilizzazione per i Lavoratori atipici (CO.CO.CO. e simili) la cui situazione l’Amministrazione si è impegnata ad approfondire in tempi brevi.

 
A tale proposito vogliamo sottolineare che un tale soddisfacente risultato si è potuto ottenere grazie alla costante mobilitazione sviluppata in questi anni da RdB Pubblico Impiego, culminata nella riuscita assemblea nazionale dei precari del 3 ottobre, giorno in cui  parlamentari e rappresentanti del Governo hanno dovuto confrontarsi con migliaia di Lavoratori precari della Pubblica Amministrazione scesi finalmente in sciopero.

 

Senza tali mobilitazioni, vorremmo ricordare a chi rivendica la paternità di tali risultati, non si sarebbe potuta avere una legge finanziaria indirizzata a sanare il precariato.

 

Il coinvolgimento in tali iniziative del personale operante nelle Pubbliche Amministrazioni svolgendo incarichi appaltati a Ditte Private, rientra negli obiettivi che RdB/CUB si è data , al fine di ottenere la re-internalizzazione di  tali servizi.

Riteniamo infatti inammissibile che le Pubbliche Amministrazioni, Politecnico compreso, proseguano ad utilizzare manodopera sottopagata e senza diritti per offrire servizi organici al funzionamento degli Enti.

Firenze

La manifestazione in occasione della laurea honoris causa a Benigni, la posizione della RdB/CUB Università di Firenze.

Campania

RdB Università rivendica la stabilizzazione dei precari in tutti gli atenei campani.

Torino Università

Il piano di stabilizzazione approvato dal CdA il 26 giugno 2007

Macerata  

A Macerata il CdA ha deliberato di trasformare a tempo indeterminato gli esistenti 18 contratti a tempo determinato, dei quali 17 di cat. C che hanno già maturato il requisito dei 3 anni di servizio previsti per la stabilizzazione ed 1 unità di cat. D che avrà il requisito nel marzo 2009. A differenza di Milano Bicocca, il personale stabilizzato sarà considerato al di fuori della programmazione del fabbisogno triennale del personale 2005/07 e pertanto non inciderà sul n° dei posti dei concorsi pubblici già definiti.
Inoltre, l'Amm.ne prossimamente si avvarrà  anche del comma 529 che prevede l'assunzione di personale a tempo determinato, nella misura del 60% dei posti programmati, riservata ai soggetti che hanno stipulato contratti di co.co.co.

Catania    

Milano-Bicocca

I posti che andranno a stabilizzazione saranno 17, a 4  è già stato prorogato il contratto a tempo determinato. Il tutto comunque è in attesa di conferma in base alle risposte del Ministro interpellato dall'Amministrazione.

Reggio Calabria

Pur nella soddisfazione per la positiva conclusione della vertenza che prevede l'assunzione a tempo indeterminato di 35 unità, ossia tutti coloro che hanno i tre anni di anzianità richiesti dalla Legge Finanziaria, rimane l'amaro in bocca per come l'amministrazione ha gestito la diffusione della notizia, dal momento che RSUe OO.SS. pur menzionate nel  comunicato, NON sono state invitate alla conferenza stampa di oggi pomeriggio. 
Inoltre resta la pesante scorrettezza dell'amministrazione che ha stralciato dalla delibera, su richiesta della Cgil, l'ampliamento (da 33 a 45) dei posti da bandire per la pev, concordato al tavolo giorno 6 giugno.

Siena

 

Comunicazioni

Gentili collaboratori,
vi comunichiamo che il Consiglio di Amministrazione, nella riunione di ieri pomeriggio, ha adottato una delibera che, in attesa che la Funzione pubblica chiarisca in via definitiva i termini di applicabilità alle Università del disposto di cui al comma 519 delle legge 296/2006, prevede la  temporanea sospensione di tutte le procedure concorsuali volte al reclutamento di personale tecnico ed Amministrativo, per le quali non sia ancora stata espletata alcuna prova, ad eccezione di quelle relative alla legge 68/99.

Nella medesima proposta di delibera è previsto che, nelle more di tale definizione, ed eventualmente sino alla conclusione delle relative procedure di stabilizzazione, l'Università degli Studi di Siena continuerà ad avvalersi del personale a tempo determinato in servizio al 23 aprile 2007, che risulti in possesso dei requisiti di cui al comma 519 della legge 296/2006.

La delibera è stata assunta nella considerazione del rischio che potrebbe comportare l'assunzione dei vincitori delle procedure concorsuali in atto, relativamente al raggiungimento del tetto di spesa previsto dal Piano triennale 2005/2007, ribadito dal Consiglio nella seduta del 21 giugno 2006, determinando così di fatto l'impossibilità della applicazione di quanto disposto dal citato comma 519 della legge 296/2006 nei confronti di coloro che siano in possesso dei requisiti nello stesso previsti, procrastinando per tempi lunghissimi o addirittura impedendo il processo di stabilizzazione.

La materia ed i suoi sviluppi saranno oggetto di ampio confronto e verifica con le organizzazioni sindacali e con le RSU, nel rispetto dello spirito e dei contenuti programmatici dell'Intesa sul lavoro pubblico e sulla riorganizzazione delle Amministrazioni Pubbliche, sottoscritta lo scorso 6 aprile dal governo e dalle organizzazioni sindacali nazionali. Tale intesa in diversi punti tratta espressamente proprio dei processi di stabilizzazione, chiedendo ai vari Enti di intraprendere, nell'ambito della programmazione dei fabbisogni del triennio (2007/2008/2009), azioni volte a riassorbire le forme di precariato che si sono determinate in questi anni di sostanziale blocco delle assunzioni, a copertura di fabbisogni stabili.
Cordiali saluti. Il Rettore - Il Direttore Amministrativo

Palermo

Delibera e Regolamento

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni