POLITECNICO DI TORINO: PROVE TECNICHE DI "RIFORMA"

Torino -

COMUNICATO STAMPA

 

PROVE TECNICHE DI "RIFORMA"

 

il Politecnico di Torino sta accelerando il processo di impoverimento del sistema universitario pubblico iniziato nel 2009 con l’allora Direttore Amministrativo Dott. Tomasi, attuale Direttore Generale del Ministero della Pubblica Istruzione.

 

Il Rettore prof. Profumo, dopo aver ridotto l’offerta formativa acquisendo senza batter ciglio i tagli economici del ministero con eliminazione di corsi di laurea e prevedendo la chiusura di sedi decentrate, sta imponendo con il nuovo Direttore Amministrativo, nonché Presidente del CODAU, Dott. E. Periti, una riorganizzazione dell’Ente con la ferma volontà di applicare i provvedimenti Brunetta, nonché quanto previsto dal DDL Gelmini che di fatto esclude ogni dialogo con i rappresentanti del Personale T.A. e degli Studenti.

 

Nonostante le ripetute richieste delle OO.SS. e delle RSU la riorganizzazione del lavoro viene fatta disattendendo i contratti integrativi in essere, bloccando stabilizzazioni, PEO, PEV e rendendo precarie le condizioni lavorative di tutto il Personale.

 

RdB/P.I. DEL Politecnico di Torino, dopo l’assemblea del personale T.A. del 23 gennaio, partecipata da circa 500 lavoratori, denuncia l’atteggiamento irresponsabile dell’Amministrazione, la diffida a proseguire tali comportamenti e proclama lo stato d’agitazione, ribadendo che le trattative in corso sono state interrotte di fatto dall’Amministrazione .

 

Per tali motivi RdB/P.I. si impegna ad utilizzare tutti gli strumenti in suo possesso per rivendicare l’applicazione degli accordi integrativi di Ateneo e ad impedire con forza che l’Amministrazione prosegua nel suo arrogante intento di imporre riorganizzazioni punitive del lavoro.

 

 

GIU’ LE MANI DALL’UNIVERSITA’ PUBBLICA !

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni