RdB NEWS UNIVERSITA' DI MODENA: LA CONTRATTAZIONE

Modena -

Care/i colleghi,

Cari amici e colleghi,

Vi invio la sintesi dell’incontro di contrattazione del 15 Dicembre 2006.

INDICE degli argomenti:


1)      Comunicazioni

a) Programmazione fabbisogno del personale anno 2006: nuovi Assunzioni entro natale.

  1. Nuova “portineria” di via Campi: turni, organizzazione e personale;

  1. Formazione sulla “privacy” - trattamento dei dati personali- ed ufficio protocollo;

  1. Elenco del personale (tempi indeterminati, determinati, co.co.co, cooperative,interinali, ecc. ) in servizio presso le strutture: richiesta chi lavora e dove.


  1. Interinale – UMANA – come chiama – criteri: specifiche professionalità?

  1. Relazione dott. Fabbrini - valutazione sull’organizzazione amministrativa dell’Ateneo- “ancora nascosta?”

  1. Attuazione Codice di Condotta per la contro il Mobbing: sarà utile davvero?


2)    Ipotesi di contratto integrativo concernente le linee di indirizzo e la programmazione generale per i programmi annuali e pluriennali delle attività di formazione, riqualificazione ed aggiornamento del personale.

  • Esiti della ricognizione del fabbisogno formativo;

  • Nell’ipotesi di accoro mancano proprio le “Linee di indirizzo e la programmazione generale per i programmi annuali e pluriennali delle attività di formazione.


3)   Ipotesi di accordo concernente l’applicazione degli istituti del trattamento accessorio per l’anno 2006;

Trattamento accessorio anno 2006 - Lunedì si dovrebbe firmare l’accordo per le progressioni orizzontali per tutti gli aventi diritto ( sia 2006 sia 2008 ), è una soluzione di “compromesso” ma ….

- Approfondimento sulle progressioni orizzontali: soldi e criteri;


5)      Varie ed eventuali.

Nessuna



**********************************************************************

1)      Comunicazioni:

 

a )Programmazione fabbisogno del personale anno 2006: Assunzioni entro natale.

 

Si sono chieste informazioni in merito alle nuove assunzioni. Concluse le procedure concorsuali per il personale - Tecnico/amministrativo di cat. C e di cat. D si sta procedendo alle assunzioni,entro la fine dell'anno saranno assunti a tempo indeterminato n. 4 unità di personale di cat. D amministrativi e 23 unità di personale di cat. C.. Non ci è stato detto dove vanno ma dovrebbero rispettare la precedente programmazione. ( in verità non mi è chiaro e chiederò che si comunichi al personale dove hanno preso servizio… e con quali funzioni)

 

 

b ) Nuova “portineria” di via Campi: turni ed organizzazione;

 

Se ho capito bene il Progetto (?) Portineria –Coordinamento portinerie è partito per la portineria di via Campi, come deciso nel 2004 ( addirittura). In questa portineria ci sono tre colleghi che devono far fronte ad un orario di apertura 8.00-18.00 sabato e domenica escluso. In sostanza si è detto che se ci saranno problemi si vedrà a gennaio, per tale data è previsto un monitoraggio.

 

  1. Formazione sulla privacy - trattamento dei dati personali- ed ufficio protocollo

Al corso di formazione su “il trattamento dei dati personali in Ateneo” non è stato invitato/iscritto il personale dell’Ufficio Protocollo, si è fatto presente che in tale Ufficio “transitano” molti dati personali e che sembra “singolare” l’esclusione di tutto il personale. L’Amministrazione ha risposto che tali decisioni spettano al Responsabile dell’ufficio che ha evidentemente preso tale decisione che non si ritiene contestare. ( vista la nota prot. 26978 del 3011/2006 devo dedurne che i colleghi di tale ufficio non sono né responsabili né incaricati del trattamento dei dati personali).

 

  1. Elenco del personale in servizio per strutture

Si è chiesto l’elenco completo suddiviso per strutture/uffici del personale assunto a qualsiasi titolo (tempo determinato, indeterminato, collaborazioni atipiche, somministrazioni di lavoro, cooperative ecc. ) tale richiesta era già stata avanzata dal CPTA il 24/10/06. Non mi sembra ci sia stata una risposta soddisfacente dell’amministrazione per cui vedrò di formalizzare meglio la richiesta. E’ importante sapere quante persone ci sono “veramente” e per chi lavorano. A me non sembra ci sia sufficiente trasparenza, per esempio i 23 assunti citati prima, dove hanno preso servizio? perché? e quanto personale c’era già nella sede di destinazione ? Perché non è stato assunto nessuno per la Segreteria del Dip.to di Ingegneria dei Materiali e dell’Ambiente?

 

  1. Interinale – UMANA – come assume – criteri

Si sono chiesti chiarimenti in merito ai criteri che l’Amministrazione adotterà per chiamare dalle graduatorie concorsuali e/o tramite l’UMANA, società interinale. Se ho capito bene si chiamerà dalla Società interinale solo per “particolari” professionalità… non mi è molto chiaro, argomento da approfondire… dalla precedente Società qualcuno è stato chiamato in quale ufficio è andato e cosa sta facendo o ha fatto?

 

Io /RdB vi ricordo ho espresso parere contrario all’interinale.

 

  1. Relazione dott. Fabbrini- valutazione sull’organizzazione amministrativa dell’Ateneo;

Sia i Sindacati che il CPTA hanno chiesto la relazione integrale sulla valutazione della organizzazione amministrativa dell’Ateneo, presentata pubblicamente con dei lucidi ma “tenuta segreta” come documento integrale. Ho sollecitato la consegna ma credo che l’amministrazione abbia preso tempo…adesso forse, fra un po’… ( un triller, alla “faccia” della trasparenza…)

 

 

g) Attuazione Codice di Condotta per la contro il Mobbing;

 

Si è fatto presente che a seguito dell’approvazione del Codice di condotta per la lotta contro il mobbing, occorre procedere all’individuazione di un Consigliere. Nonché alla sua immediata pubblicizzazione e diffusione fra tutto il personale dell'ateneo. ( sono piuttosto scettico su queste misure comunque…)

 

 

 

2)    Ipotesi di contratto integrativo concernente le linee di indirizzo e la programmazione generale per i programmi annuali e pluriennali delle attività di formazione, riqualificazione ed aggiornamento del personale;

 

Alcuni di voi si saranno accorti che l’ufficio formazione ha invitato a compilare una scheda chiedendo i corsi che interessavano. Ebbene la scadenza per la prima rilevazione dei fabbisogni formativi di tutto il personale tecnico/amministrativo è passata:

 

- solo 211 colleghi hanno aperto le schede ( alcuni salvando in bozza…anche Io ammetto di non aver avuto tempo ho iniziato e non ho finito…tra lavoro, sindacato ecc. …)

 

- solo 100 colleghi circa hanno salvato la scheda in forma definitiva

 

Siamo in più di 600, esclusi, Dirigenti, CEL,… per cui si è discusso in merito alla possibilità di riaprire i termini, fare un’assemblea a gennaio/febbraio, ecc.

 

Ai Responsabili delle Strutture sarà inviata un’altra scheda ( se ho capito bene ) per cui chi ha delle buone idee relative alla Formazione inizi a prepararle ed a discuterne con il proprio “capo”. Considerate le poche risposte al nuovo “strumento”, che si vuole usare “per dare un indirizzo” è stato richiesto di riaprire i termini di raccolta dei dati.

 

Problema più serio:

 

L’amministrazione messo da parte ( temporaneamente ) il “Regolamento per la formazione, l’aggiornamento ed i crediti formativi del personale tecnico-amministrativo di Ateneo” ,da me già contestato, ha proposto una ”ipotesi di contratto integrativo concernente le linee di indirizzo e la programmazione generale per i programmi annuali e pluriennali delle attività di formazione, riqualificazione ed aggiornamento del personale” dove mancano (a mio /RDB giudizio) proprio le linee di indirizzo e la programmazione generale.

 

Sinceramente quando l’ho visto ho pensato ad una “provocazione” ma invece facevano sul serio.

 

Per l’Amministrazione le linee di indirizzo e la programmazione si riassume in:

 

  • Avviare una ricognizione del fabbisogno formativo…ai fini dell’implementazione …delle attività formative;

  • Elaborazione ed analisi dei dati ottenuti…

  • Progettare una anagrafe della formazione ( per loro solo corsi per me e Botti si devono tenere conto anche le competenze maturate)

  • Fare alcuni corsi elencati in un’allegato.

Io/RdB ritieniamo che le linee di indirizzo e la programmazione debbano il più possibile definire:

 

  • quali tipi di corsi si seguono in orario di lavoro e quali no;

  • quale tipo di formazione è obbligatoria o facoltativa e se si fa all’interno e/o all’esterno;

  • come si distribuiscono i fondi e come si decidono le autorizzazioni (ricordiamoci che stiamo parlando di 100/150.000,00 euro…)

  • le regole oggettive precise, chiare e prestabilite per chi “impara” e per chi “insegna”, che limitino (quando possibile) il potere discrezionale dei “capi” e che garantiscano il più possibile imparzialità e la valutazione delle esperienze passate, delle competenze maturate.

Non mi è chiara la posizione degli altri sindacati in parte sembravano d’accordo.

 

 

 

 

3) Ipotesi di accordo concernente l’applicazione degli istituti del trattamento accessorio per l’anno 2006;

 

Dopo tanto “patire” forse si è arrivati ad un “compromesso” che non è il massimo ma che ritengo di dover accettare per far passare il principio ed il mio obiettivo principale: assicurare le Progressioni orizzontali a tutti gli aventi diritto sia per il 2006 sia per il 2008.

 

Con l’accordo proposto infatti si “stanziano” i fondi necessari a garantire la progressione orizzontale a tutti gli aventi diritto per l'anno 2006 e 2008.

 

L'Amministrazione bandirà una procedura selettiva (prevista/”obbligatoria” per CCNL) e chi ha tre anni di anzianità ad agosto del 2006 deve fare domanda. Io e Botti /RdB abbiamo chiesto che si inviasse un elenco di tutti gli aventi diritto, poiché non è possibile nel dubbio fate domanda!

 

Restano invariati i 35 euro mensili ( peccato, non siamo riusciti a farli aumentare…)

 

Contrattando siamo riusciti ad ottenere anche:

 

- il diritto a percepire l'indennità di produttività (che volevano inizialmente limitare ) che sarà attribuita alle strutture sulla base della dotazione organica.
- la possibilità di avviare procedure per le progressioni verticali da D ad EP (che volevano inizialmente limitare ).

 

Ho dovuto “chiudere un occhio” su:

 

  • una sproporzione tra i soldi stanziati per indennità di responsabilità e posizione ( 43% ) che vanno ad un numero relativamente basso di colleghi ( compreso me come Segretario di Dipartimento) ed i soldi che vanno a tutti i colleghi ( 40%, straordinario escluso)- I calcoli sono “grossolani” ma credo rendano l’idea.

  • Sono contro le schede di valutazione per questi “casi”. ( Bologna hanno fatto l’autovalutazione)

  • E’ prevista una forte discrezionalità del Direttore Amministrativo che può attribuire dei “premi” a colleghi per particolari funzioni…( quando ho firmato in una nota a verbale ho chiesto che vengano resi pubblici tutti i premi )

 

per chi vuole Approfondimenti:

 

 

Dopo il contratto del 19.10.2006 riguardante il lavoro straordinario ecc. ( che trovate in rete ) si è giunti ad una soluzione di “compromesso” (almeno per me/RdB) relativa alla determinazione della ripartizione delle risorse da destinare agli istituti del salario accessorio: fondo produttività e progressioni e fondo retribuzione posizione e risultato EP per l’anno 2006 ( con impegni anche per il 2008)

 

Le risorse complessivamente disponibili (applicando la Legge n.266/2005 -Finanziaria dell’anno 2006) per il trattamento accessorio dell’anno 2006, comprensive dei predetti importi, ammontano ad euro 1.821.691,74 (al netto delle risorse da erogare per le progressioni economiche all’interno della categoria già attivate alle date del 9.8.2000, 9.8.2002, e del 9.8.2004);

 

 

Questi soldi, a parte quanto già contrattato, vengono utilizzati per:

 

  • Per assicurare i 35 euro mensili che attualmente prendiamo (accessorio mensile ex art.41 – comma 4- CCNL 27.1.2005 ). Al fine di corrispondere quest’indennità accessoria mensile si utilizza una percentuale massima del 15,49% dell’importo complessivo disponibile per il salario accessorio dell’anno 2006 (per un importo massimo di euro 282.200);

  • Indennità di responsabilità – categorie contrattuali B-C-D - (art.63 del CCNL 1998/2001)

Per corrispondere le indennità di responsabilità, (contratti integrativi del 14.11.2001 e del 17.5.2004), vengono utilizzate risorse fino alla percentuale massima del 24,92% dell’importo complessivo disponibile per il salario accessorio dell’anno 2006 (per un importo massimo di euro 453.900).

 

Le parti preso atto dell’opportunità di non apportare variazioni, nell’anno 2006, alle posizioni strategiche individuate per il triennio 2004/06, così come risultano aggiornate per l’anno 2005, concordano di attribuire al Direttore Amministrativo la facoltà di utilizzare parte delle risorse in argomento quale fondo incentivante per premiare alcune unità di personale. Il Direttore Amministrativo, sentita la Conferenza dei Direttori …allargata ai Direttori dello SBA e dei Centri di servizio, ai Presidi di Facoltà, potrà erogare premi per le unità di personale che, nel corso dell’anno 2006, hanno svolto, con professionalità, funzioni specifiche, qualificatee complesse, sulla base di obiettivi assegnati direttamente dai Responsabili di Struttura.

 

  • Retribuzione di posizione e retribuzione di risultato - personale di categoria EP (art.38 del CCNL 27.1.2005)

Per corrispondere la retribuzione di posizione e di risultato al personale di categoria EP, così come previsto dall’art.38 del CCNL 27.1.2005 e dal contratto integrativo del 21.4.2005, vengono utilizzate risorse pari alla percentuale del 17,65% di detto importo complessivo disponibile per il salario accessorio dell’anno 2006 (per un importo di euro 321.517);

 

 

- Progressione economica del personale all’interno della categoria: (art.56 del CCNL-.2000)

 

 

Per corrispondere gli incrementi retributivi collegati alle progressioni economicheda attivare alla data del 9.8.2006, nell’anno 2006 vengono destinati euro 91.385, pari ad una percentuale del 5,02% di detto importo complessivo disponibile per il salario accessorio dell’anno 2006; per un costo complessivo annuo, da imputare a decorrere dall’anno 2007, pari ad euro 250.990. Per corrispondere incrementi retributivi collegati alle progressioni da attivare alla data del 9.8.2008, nell’anno 2008 verranno destinati ulteriori euro 75.530, per un costo complessivo annuo, da imputare a decorrere dall’anno 2009 pari ad euro 207.450;

 

 

- Produttività collettiva e miglioramento dei servizi: (art.68 – co. 2 – lett. d) CCNL 1998/01)

 

A detto istituto viene assegnata una percentuale di risorse pari a 19,56% di detto importo complessivo disponibile per il salario accessorio dell’anno 2006 più eventuali risorse non utilizzate del fondo di riserva previsto al punto 2 del contratto integrativo stralcio del 19.10.2006

 

 

finalizzazione di una quota parte delle risorse del trattamento accessorio dell’anno 2007.

 

- Per far fronte ai maggiori oneri che deriveranno dall’incremento del numero di unità di personale da inquadrare nella categoria EP a seguito delle procedure di progressione economica verticale, le parti concordano sull’opportunità di destinare ulteriori euro 30.000 al fondo relativo alla retribuzione di posizione e retribuzione di risultato del personale di categoria EP, a decorrere dall’anno 2007.

 

Le parti inoltre si riservano di verificare annualmente la possibilità di aumentare il fondo in argomento a seguito di una stabile riduzione dello stanziamento destinato alle indennità di responsabilità in ragione di un mutamento delle posizioni strategiche collegato ai processi riorganizzativi che comportano un incremento del fabbisogno di unità di personale di categoria EP.

 

- Per far fronte alla eventuale necessità di integrare i finanziamenti dei diversi istituti, le parti concordano sull’opportunità di costituire un fondo di riserva, a decorrere dall’anno 2007, pari ad almeno euro 36.000.

 

La parte pubblica,qualora si vengano a creare condizioni finanziarie adeguate alle esigenze di buon funzionamento dell’Ateneo, in termini di consistenza dell’FFO, e qualora sia consentito dalla normativa vigente, si impegna a richiedere al Consiglio di Amministrazione un incremento di risorse che permettano di valorizzare adeguatamente gli istituti del trattamento accessorio, in relazione alla maggiore complessità delle attività svolte, nonché alla crescita della dotazione organica e del personale effettivamente in servizio.

 

 

Criteri generali relativi al sistema di incentivazione del personale tecnico-amministrativo

 

 

 

Progressione economica del personale all’interno della categoria:

 

 

L’amministrazione attiverà la procedura selettiva alle quali potranno partecipare le unità di personale che hanno maturato tre anni di effettivo servizio nelle posizioni economiche immediatamente inferiori, alla data del 9.8.2006.

 

- Verrà costituita un’unica graduatoria di merito per tutte le categorie, da redigersi sulla base di indicatori ponderati.

 

- si procederà, alla valutazione del personale avente diritto che avrà presentato domanda, in base a:

 

-Arricchimento professionale e

 

-qualità delle prestazioni individuali.

 

-Per applicare detta procedura di valutazione per il personale di categoria B – C – D ed EP, verrà utilizzata la seguente scheda:

 

 

 

VALUTAZIONE DI CUI ALL’ART. 7, N. 1, Lett. B)

 

(MAX. 100 punti)

 

FATTORE DI VALUTAZIONE (Arricchimento Professionale)

 

Parametri :

 

<col width="466"></col> <col width="63"></col> <col width="78"></col>

capacità di sviluppare la propria professionalità allargando e

approfondendo le proprie conoscenze tecnico professionali



Max. Punti 50

Punteggio Assegnato

capacità di pianificare e organizzare le attività del proprio lavoro e quello,

se richiesto , di eventuali collaboratori.



________

 

 

FATTORE DI VALUTAZIONE (Qualità delle Prestazioni Individuali)

 

Parametri:

 

<col width="453"></col> <col width="75"></col> <col width="79"></col>

capacità di proporre soluzioni innovative capaci di costituire

un miglioramento dell’offerta didattica, o dei servizi amministrativi,

o dei servizi tecnici , o dei servizi bibliotecari



Max. Punti 50


Punteggio Assegnato

grado di coinvolgimento nei processi lavorativi




attenzione alle esigenze dell’utenza e alla soluzione dei problemi

 


 

<col width="413"></col> <col width="191"></col>

GIUDIZIO

PUNTEGGIO TOTALE

Da 0 a 30 punti

NEGATIVO


Da 31 a 50 punti

INSUFFICIENTE


Da 51 a 60 punti

SUFFICIENTE


Da 61 a 70 Punti

BUONO


Da 71 a 80 Punti

OTTIMO


Da 81 a 100 Punti

ECCELLENTE


 

 

IL Responsabile della Struttura

 

___________________________

 

 

Se la valutazione ha esito negativo o insufficiente, va accompagnata da un’adeguata e documentata motivazione scritta redatta dal Responsabile della Struttura.

 


 

 

In tali casi, il dipendente può ricorrere alle procedure di cui al punto 7 del contratto integrativo del 31.5.2004, presentando alla competente Commissione, in contraddittorio, proprie valutazioni, anche assistito dalla organizzazione sindacale cui aderisce o conferisce mandato o da persone di sua fiducia. Il dipendente può impugnare di fronte all’autorità giudiziaria competente le decisioni della Commissione.

 

 

Per la Produttività collettiva e miglioramento dei servizi ed i Criteri di incentivazione del personale nell’anno 2006 vi rinvio all’ipotesi di contratto. Ed alle comunicazioni ufficiali nel caso di stipula definitiva dell’accordo. Il documento, completo che ripeto è ancora un’ipotesi e non so se firmato da tutti è a vostra disposizione.

 

 

 

Mi scuso per chi si aspettava di più (compreso me) ma ho fatto quanto possibile e soprattutto ripeto: l’ipotesi permette le progressioni a tutti gli aventi diritto.

 

 

 

5)      Varie ed eventuali.

 

nessuna

 

 

Come al solito mi scuso per eventuali imprecisioni ed invito i colleghi a fare correzioni e/o integrazioni.

 

Resto a disposizione ed in attesa di suggerimenti

 

 

Sinceri Auguri di buon Natale e Felice Anno nuovo

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni