SCALA MOBILE: SEMINARIO AL POLITECNICO DI MILANO

Milano -

Un momento di approfondimento per costruire una alternativa alla solita politica dei redditi e rilanciare nei luoghi di lavoro, tra delegati e lavoratori, e nelle organizzazioni sindacali l’attualità e la necessità di un meccanismo automatico di difesa di retribuzioni e pensioni.
 

PerchE’ una nuova scala mobile dei salari? 

Seminario

Milano - 3 ottobre 2006 - ore 14,30

Politecnico di Milano - p.le Leonardo da Vinci 32

(ala sud, aula n° S 01) 

introduce

prof. Giovanni Mazzetti

docente di Economia Politica, Università della Calabria 

Aumenti dei prezzi, inflazione e difesa delle retribuzioni 

Con la nuova (o vecchia) politica dei redditi a perdere potere di acquisto saranno sempre lavoratori e pensionati? 

-         dal 1945 al 1992 come ha funzionato l’adeguamento automatico dei salari e quali risultati per i lavoratori e il sistema Italia (che è diventato il 7° paese nel mondo);  

-         dalla scala mobile bimestrale a quella semestrale, dal valore punto differenziato per zone geografiche, tra uomo donna e giovani al punto unico uguale per tutti. Il paniere e la sensibilità rispetto ai consumi reali e le rilevazioni degli aumenti dei prezzi da parte dell’Istat. Le manomissioni degli anni 80 e l’abolizione dal 1992.  

La politica della concertazione (abolizione scala mobile, contratti con inflazione programmata e premi di risultato) dal 1992 ha prodotto una riduzione del potere di acquisto dei salari e lo spostamento verso rendite e profitti di oltre il 10% del reddito prodotto. 

organizzano:Rete 28 aprile nella Cgil, SINCOBAS Milano, CUB Lombardia

aderenti al COMITATO PER UNA NUOVA SCALA MOBILE che ha promosso la raccolta firme per la legge di iniziativa popolare che si concluderà in autunno ( www.perunanuovascalamobile.it ) 

contatti e adesioni: CUB Lombardia tel. 02.89692020 / 02.683091

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni