AOU DI SIENA: BASTA PROROGHE !

Siena -

 

PROROGA ALL'AO-US SONO SOLO VOCI!!?

 

 

 

Apprendiamo con stupore che l'Azienda Ospedaliera senese avrebbe chiesto

al'Amministrazione Universitaria di posticipare ancora di un mese

leffettivo sconveznionamento del personale che ha espresso l'opzione entro

il 31 marzo scorso. In una lettera dei primi di Aprile il Direttore

Amministrativo Dott. Bigi aveva già chiesto al personale di aspettare un

mese:

”.......in relazione alla necessità di non creare disagi agli utenti del presidio ospedaliero

ed in virtu' dello spirito di responsabilità e di servizio che ha sempre contraddistinto la

nostra azione ed il vostro comportamento in

particolare.”

 

Il personale questo spirito di responsabilità l'ha dimostrato e ha accettato

anche sulla base di quanto veniva scritto nel proseguo della lettera:

 

“Pertanto, a meno che da parte vostra non vi siano indicazioni di senso

contrario, la data di sconvenzionamento dal SSN viene posticipata al 1

maggio 2008, con linvito allA.O.U.S. a provvedere nel frattempo alla

copertura delle conseguenti esigenze assistenziali nell'ambito della propria

organizzazione del lavoro e secondo le modalità che riterrà più opportune,

con la precisazione che tale termine non potrà per alcun motivo essere

prorogato”

Non ci dovevano essere piu' proroghe. Il 30 Aprile era lultimo

giorno che il personale universitario doveva prestare servizio

assistenziale. Per ora non c'e'ancora nulla di ufficiale e si sostiene che

siano solo voci di corridoio. Restiamo in attesa di sapere cosa succederà

davvero, ma chiariamo da subito che non saremo daccordo con questa

richiesta e non accetteremo il richiamo al nostro spirito di responsabilità.

Piuttosto siamo noi a richiamare il Rettore, la Direzione Amministrativa e

la Direzione Generale dell'Azienda Ospedaliera ad avere un minimo di senso

di responsabilità, perché sembra che questa debba ricadere sempre e solo sui

lavoratori.

 

La presa in giro e' anche nei confronti dei colleghi che hanno mantenuto la

convenzione e che non sanno ancora con quale organizzazione del lavoro

svolgeranno la loro attività assistenziale.

 

Alla luce dei fatti sembra che di spirito di responsabilità debbano

preoccuparsi altri soggetti. Sembra che le proroghe all'Università di Siena

siano all'ordine del giorno si proroga laccessorio, ecc.

 

Ora basta, per una volta rispettate le scadenze

 

Non accettiamo ulteriori proroghe

 

Aspettiamo di sapere come evolveranno le cose e decideremo insieme ai

lavoratori cosa fare.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni