INSUBRIA: NOTE SULL'INCONTRO SINDACALE DEL 12 OTTOBRE

Varese -

Note sull’incontro sindacale 12 ottobre 2011

Primo incontro autunnale tra Amministrazione e OO.SS.  Ennesimo incontro per sanare il pregresso più che a discutere del come affrontare tagli di bilancio, blocchi salariali e contrattuali che altro su cui cammina lo smantellamento dell'Università Pubblica (controriforma Gelmini e decreti Brunetta vari).

Venendo al concreto nella discussione sono stati affrontati tutta una serie di problemi (la documentazione è stata portata al momento):

Part-time.

 

OO.SS. e Amministrazione hanno sottoscritto un'Intesa (in allegato) per dar vita finalmente al dovuto Regolamento d'ateneo sul part-time (l'Amministrazione assicura tempi rapidi). L'abbiamo sottoscritta anche noi di USB per due ragioni: perchè sono stati accolte una serie di suggerimenti di parte sindacale e per accelerare l'approvazione del conseguente Regolamento per far uscire dall'impasse quei lavoratori che aspettano risposte alla loro richiesta. In ogni caso l'Intesa prevede una verifica entro sei mesi e questo ci permette di verificare con tutti l'Intesa e nel caso rivendicare modifiche.

Riorganizzazione Personale in base alla controriforma Gelmini

Qui la situazione è decisamente più complicata perché gran parte del lavoro di riorganizzazione è stata fatta anticipando la controriforma Gelmini. I 17 vecchi Dipartimenti sono stati accorpati in 7 nuovi Dipartimenti a partire dal 1° ottobre 2011, una parte del personale è transitata in Amministrazione perché impoverita di organico dal trasferimento di personale verso altri Enti Pubblici e l'Amministrazione assicura senza mai forzare la mano a nessuno anzi risolvendo problemi. Il problema dei prossimi mesi sarà quello dell'abolizione della Facoltà e dunque della ricollocazione del personale che attualmente vi fa capo, cosa che comunque potrà avvenire solo dopo l'approvazione del nuovo Statuto da parte del MIUR nei 60 giorni successivi. L'Amministrazione assicura che non ci saranno cambi di sede (ad es. da Varese a Como o viceversa) e che comunque dopo la riassegnazione ai Dipartimenti/ai Centri di Servizio i lavoratori potranno presentare domanda di trasferimento ad altra struttura... Le OO.SS. presenti hanno chiesto di aprire un confronto sindacale a tutela di diritti e professionalità del personale interessato.

 

Resta tuttora irrisolto la questione dei Regolamenti dei nuovi Dipartimenti (solo uno  ha già il nuovo Regolamento) e con esso della questione della rappresentanza del personale t-a nel Consiglio e delle sue prerogative (ad esempio: potrà partecipare a votare il Direttore ?).

 

PEO 2010

E' stata finalmente nominata la Commissione di Valutazione delle domande presentate (173) e si stanno chiedendo i giudizi sulla qualità lavorativa (pagellino). Poco probabile che la procedura possa chiudersi prima della fine dell'anno o quantomeno che si riesca a garantire il pagamento dei “promossi” prima della fine dell'anno. C'è da notare che arrivare a fine 2011 a definire la graduatoria per le PEO 2010 lascia perplessi, c'è da chiedersi cosa succederà per le PEO 2011 e quelle 2012 nell'inevitabile sovraccarico di impegni che l'adeguamento dell'organizzazione ai diktat della controriforma Gelmini  e alla ragnatela di vincoli giuridici dei decreti Brunetta.

Interpretazione autentica del Contratto d'ateneo rispetto alla questione delle indennità di funzione. Amministrazione e OO.SS.

Hanno sottoscritto una interpetrazione dell'accordo vigente a proposito essendo – dicono tutti – che nel frattempo si è modificata l'organizzazione del lavoro e dunque anche le figure professionali aventi diritto all'indennità. In aggiunta c'è l'impegno a rivedere la questione per il 2011 in base ai risultati della Commissione di mappatura. USB (che non ha sottoscritto) ritiene che questa questione avrebbe meritato e merita tuttora un confronto con i lavoratori interessati e non.

Contrattazione 2011

La questione sollevata dall'Amministrazione è quella dei fondi ma le OO.SS. hanno chiesto il reintegro del monte salario accessorio attraverso l'uso dell'art. 86 che lo prevede in caso di riorganizzazioni e  l'apertura del confronto sindacale sul salario accessorio 2011 (siamo già a fine 2011 !). In assenza di dati precisi e chiari ogni ulteriore discussione rischiava di non andare oltre le dichiarazioni di buona volontà e  la questione è stata rinviata al prossimo incontro sindacale.

Da queste brevi note emergono alcune necessità per rendere fattivo e trasparente il confronto sindacale:

 

  1.  che l'Amministrazione faccia pervenire le sue proposte prima dei confronti sindacali
  2.  che OO.SS. e RSU si attivino a consultare i lavoratori per averne indicazioni  e mandato sia nella fase di discussione delle questioni che nella fase di sottoscrizione di accordi e intese.

Per fare qualche esempio: a noi resta difficile da accettare il fatto che  le PEO vengano pagati da tutti con l'indennità mensile (e non con fondi propri previsti dal CCNL) per alcuni  e così chi non accede alle PEO resta senza indennità mensile.... in tempi di blocco contrattuale e salariale questa significa un puro e semplice taglio di salario... oppure, vista la continua erosione e riduzione del salario accessorio ufficiale, perchè non ripristinare un prelievo del 14% sul Conto Terzi da distribuire ai lavoratori come Fondo Comune d'ateneo ?...

Per questo motivo e tanti altri che non enumeriamo chiediamo che sia sulle questioni “risolte” dall'incontro di oggi 12 ottobre che sulle questioni della contrattazione 2011 si attivino OO.SS. e RSU per presentare in assemblea,  ai lavoratori  proprie proposte e rivendicazioni prima dei prossimi incontri di trattativa.

 

Con questo comunicato  informiamo anche colleghe e colleghi  dell'avvio di un percorso per dar vita a una struttura aziendale USB in ateneo: aderite a USB !

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni