LA "PROPOSTA" DELLA CONFINDUSTRIA A CGIL-CISL-UIL PER APPLICARE LA RIFORMA DEI CONTRATTI

Roma -

Qui il testo proposto da Confindustria il 16 marzo a Cgil-Cisl-Uil. Ricordo che la riforma dei contratti incide:
1. taglio del salario nazionale e svuotamento del Contratto Nazionale
2. totale flessibilità salariale nella contrattazione integrativa e deroga in pejus dalle norme del Contratto Nazionale
3. un più rigido controllo delle Confederazioni su tutte le fasi della contrattazione integrativa
3. la cancellazione del diritto di sciopero per ora formalmente limitata al solo settore dei trasporti
4. rappresentavità sindacale per accordo tra Confindustria e Cgil-Cisl-Uil e non per norma di legge nazionale
5. attribuzione agli Enti Bilaterali dei servizi di welfare oggi svolto dalle amministrazioni pubbliche

IN ALLEGATO LA PROPOSTA DELLA CONFINDUSTRIA

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati