MILANO: IN DISCUSSIONE IL FUTURO E NON SOLO L'ANNO ACCADEMICO NELLE UNIVERSITA'. I RETTORI SI DIMETTANO

Milano -

ALTRO CHE ANNO ACCADEMICO,

E' IN DISCUSSIONE IL FUTURO DELL'UNIVERSITA' PUBBLICA

I Rettori si dimettano dal momento che avallanno con il ddl Gelmini lo sfascio dell'Università Pubblica

In questi giorni il movimento dei ricercatori e dei precari universitari sta portando avanti la protesta contro lo smantellamento dell'Università Pubblica.

Smantellamento che il governo persegue attraverso i pesantissimi tagli ai bilanci degli atenei, con il licenziamento di massa di migliaia di precari della didattica e della ricerca e col mancato riconoscimento del ruolo dei ricercatori stabili hanno da troppi anni nel garantire la didattica degli atenei, colo blocco  di fatto delle assunzioni e delle stabilizzazioni. dei  precari (tecnici, amministrativi, ricercatori, docenti...).

Dove sono finiti i propositi di svecchiamento degli organici e di blocco della fuga dei cervelli ? Dove sono i procedimenti di riconoscimento dei diritti e del merito  ? 

La protesta dei ricercatori e dei precari è stata finora l'unica che ha dato voce a una comunità universitaria che non trova rappresentanza né nei vertici accademici né nei sindacati tradizionali né nei partiti, frammentata in vertenze settoriali quando non locali,  ieri intimidita dalla vergognosa campagna dei politicanti contro i lavoratori pubblici “fannulloni” e oggi dagli “appelli” e dagli ultimatum dei Rettori.

Nel nostro ateneo i ricercatori hanno scelto anche loro di farsi sentire aderendo in massa all'appello da non tenere i corsi mettendo a nudo una realtà didattica poggiata in parte notevole sul lavoro volontario e/o precario e costringendo le autorità accademiche a farci i conti prima di far partire l'anno accademico.

Questo fatto ci spinge non solo a dichiarare la nostra solidarietà a questa protesta ma anche a rinnovare l'appello a tutte le componenti della comunità universitaria (lavoratori t-a, studenti, ricercatori, precari, docenti) ad unire le singole vertenze e ad aprirsi al confronto con tutte le altre componenti sociali in lotta contro lo smantellamento della Pubblica Amministrazione, e non solo di Scuola, Università e Ricerca.

Rinnoviamo l'appello ai Rettori: tutta la comunità universitaria si aspetta, invece di richiami ipocriti alla responsabilità e inaccettabili ultimatum,  che i Rettori per primi si assumano le loro responsabilità e si dimettano dal momento che  avallando la "riforma" Gelmini avallano lo sfascio dell'Università Pubblica e lo smantellamento dei diritti e dei meriti dei suoi operatori.

invitiamo tutte le componenti universitarie a partecipare:

ROMA - 25 settembre 2010

Assemblea Nazionale

precari scuola, università e ricerca

Centro congressi Cavour, via Cavour 50/A – ore 10.00

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni