MILANO. MENSA VIA GOLGI. IL POLITECNICO: 4 AULE PER NON CHIUDERLA.....

Milano -

IL POLITECNICO CERCA AULE PER NON CHIUDERE LA MENSA DI VIA GOLGI....

LAVORATORI E STUDENTI NE RECLAMANO IL RILANCIO E IL POTENZIAMENTO

 

Questo sembra essere il punto d'arrivo del braccio di ferro tra studenti, lavoratori e potere accademico. Ma andiamo con ordine: dopo la delibera del 29 settembre di chiusura della mensa di via Golgi a dicembre, il 24 novembre il CdA del Politecnico deliberava la proroga della chiusura della mensa al luglio 2010 per evidente impossibilità di garantire alternative, confermandone l'inconsistenza e deludendo un po' tutta la comunità e le istituzioni accademiche si erano battuti contro la chiusura della mensa di via Golgi.

 

Perciò il 15 dicembre lavoratori e studenti del Comitato Giù le Mani dalle Mensa "invadevano" prima il CdA della Statale portando a casa una mozione del CdA che dà "......mandato al Rettore perché, in collaborazione con il Presidente del CIDiS, ciascuno per quanto di propria competenza, prosegua le trattative e la collaborazione con il Politecnico”

 

Scrive il Comitato: “Forti di questa nuova posizione della Statale abbiamo interrotto il CdA del Politecnico per informare i suoi membri degli sviluppi e pretendendo una presa di posizione chiara da parte del Politecnico. ….….. ci è stato comunicato che la causa prima della chiusura della Mensa di via Golgi 20 è la necessità del Politecnico di qualche aula per completare i lavori di manutenzione e miglioramento dei suoi stabili.......".....

 

Va da sé che questa posizione è tutt'altra cosa (e molto più affrontabile) dei progetti alternativi che avevano motivato la delibera del 29 settembre e ne prendiamo atto, ma con altrettanto chiarezza diciamo che adesso quella delibera va cancellata! Per favorire la collaborazione tra i due atenei ma anche per rispondere a un aumento dell'utenza studentesca che già da ottobre si sta manifestando e a cui gli atenei non possono non rispondere. Aggiungiamo anche che l'Istituto Besta sembra interessato a convenzionarsi per garantire il servizio mensa ai suoi dipendenti.....

 

Di fronte a questi nuove utenze è ormai inevitabile porsi il problema del rilancio e del potenziamento della Mensa di via Golgi (altro che chiusura !) e dunque nel tavolo istituzionale presso l'assessore Rossoni gli atenei potranno andare non per competere ma per rivendicare maggiori investimenti regionali per il diritto allo studio e per il rilancio e il potenziamento della Mensa di via Golgi.

 

Le possibilità per fornire la mensa adeguato a quanti la si risica oggi e la si vorrebbe negare domani ci sono:

 

1. riattivando la sala “ristorante” e le due linee riservate al personale da tempo inutilizzate

 

2. riaprendo le sale consultazione e studio anche loro da tempo chiuse e abbandonate

 

3. programmando per i mesi estivi a quella necessaria manutenzione di cui si sente la mancanza

 

Perciò lanciamo un appello generale, affinché la mobilitazione contro la chiusura della mensa continui e veda la massima solidarietà e partecipazione, a partire da queste prime iniziative:

 

- 25 gennaio dalle 14.30 presidio del Comitato Lavoratori-Studenti “Giù le Mani dalla Mensa” sotto l'assessorato regionale all'istruzione, la formazione e il lavoro per reclamarne l'intervento

 

- 27 gennaio alle 14.30 audizione delle rappresentanze sindacali con la Commissione VII del consiglio regionale Lombardia

 

- 3 febbraio (da confermare) sciopero e iniziative di lotta dei lavoratori e studenti

 

Milano, 21 gennaio 2010

 

RdB Università Statale - RdB Politecnico Milano / SdL Serist - RdB Serist Milano

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni