POLITECNICO DI TORINO: PARTE UN PERCORSO DI LOTTA CONTRO LE "PROVE TECNICHE" DI "RIFORMA"

Torino -

In Un precedente comunicato la RdB d'ateneo scriveva:

"Il Rettore prof. Profumo, dopo aver ridotto l’offerta formativa acquisendo senza batter ciglio i tagli economici del ministero con eliminazione di corsi di laurea e prevedendo la chiusura di sedi decentrate, sta imponendo con il nuovo Direttore Amministrativo, nonché Presidente del CODAU, dott. E. Periti, una riorganizzazione dell’Ente con la ferma volontà di applicare i provvedimenti Brunetta, nonché quanto previsto dal DDL Gelmini che di fatto esclude ogni dialogo con i rappresentanti del Personale T.A. e degli Studenti." 

e pertanto

"RdB/P.I. del Politecnico di Torino, dopo l’assemblea del personale T.A. del 26 gennaio, partecipata da circa 500 lavoratori, denuncia l’atteggiamento irresponsabile dell’Amministrazione, la diffida a proseguire tali comportamenti e proclama lo stato d’agitazione, ribadendo che le trattative in corso sono state interrotte di fatto dall’Amministrazione."

Ieri, 2 febbraio, parte lo stato di agitazione (vedi allegato)


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni