SALERNO: RdB NON FIRMA L'ACCORDO D'ATENEO

Salerno -

Il Contratto Collettivo Integrativo 2009 dell’Ateneo di Salerno non è accettabile per i lavoratori e viene respinto dalle RdB CUB dell’Università di Salerno.

Ai lavoratori dell’Università di Salerno, con il contratto integrativo 2009, oltre i tagli determinati dalla Legge 133/08, si impongono ulteriori tagli al salario accessorio. La propaganda della produttività elargita nel secondo livello di contrattazione si rivela, nei fatti, una misera e strumentale menzogna. Tutte le voci accessorie vengono decurtate bel oltre il 10% imposto dalla Legge 133/08. Dalla responsabilità al lavoro disagiato, ci sono inaccettabili riduzioni e, addirittura, alcune indennità sono abolite come quella di rientro e quella per la vigilanza delle aule. Il sacrificio e le mortificazioni imposte ai lavoratori si rinnovano, ancora una volta, per coprire le difficoltà di bilancio dell’Ateneo; le difficoltà di bilancio, oltre ai tagli del Governo, sono dovute ad una gestione asimmetrica che invece di premiare impegno e professionalità del personale incardinato, si disperde in numerosi rivoli di sprechi e consulenze a terzi. A pagare sono, però, sempre e solo i lavoratori. Ancora più inaccettabile per le RdB CUB è la sostanziale accelerazione verso le esternalizzazioni gestite dalla Fondazione che vengono ufficializzate in questo accordo decentrato: di fatto viene cancellato il dipendente pubblico per i servizi di guardiania e vigilanza, in tutte le Facoltà dell’Ateneo. Il nuovo che avanza è la privatizzazione e la gestione sempre più aziendalistica dell’Università, anche attraverso processi contrattuali che da anni fanno arretrare i diritti, la dignità e il salario dei lavoratori pubblici dell’Università di Salerno. Tutto questo è inaccettabile per i lavoratori. Tutto questo non può essere ratificato da un vero sindacato dei lavoratori. Pertanto le RdB CUB non firmeranno il contratto collettivo integrativo 2009.

In merito alla validità, nella forma e nella sostanza (che sarà oggetto di interpellanze al Nucleo di Valutazione, ai Revisori dei Conti, al Ministero dell’Università e al Ministero della Funzione Pubblica) la contrattazione decentrata dell’Università di Salerno è viziata all’origine da una reiterata violazione dell’ART.4 (comma 2/b) del contratto collettivo nazionale (CCNL 2006/2009). Le RdB CUB denunciano di essere ancora in attesa, nonostante le ripetute richieste, della presentazione […] dell’atto ricognitivo dei rapporti di lavoro dipendente, delle collaborazioni, delle forme contrattuali flessibili comunque denominate in corso nelle strutture in cui le Amministrazioni si articolano, anche se dotate di autonomia, e di eventuali esternalizzazioni. Delle varie forme di occupazione viene rilevato e comunicato il termine eventualmente previsto, l’area e la categoria cui sono riconducibili i compiti affidati, nonché le risorse complessivamente e analiticamente impegnate; […].

Inoltre, le RdB CUB attendono una convocazione urgente come consultazione (ART.8, comma 3/b del CCNL 2006/2009) per la programmazione triennale del fabbisogno di personale, vista la perentoria scadenza imposta dalla circolare del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Prot. n. 478 del 27/03/2009) a firma del Direttore Generale per l’Università  Dott. Antonello Masia.
 
Le RdB CUB invitano tutti i lavoratori a partecipare all’ASSEMBLEA GENERALE che si terrà il giorno 16 Aprile alle ore 11 presso l’Aula Volterra della Facoltà di Giurisprudenza.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni