TRIESTE: NIENTE FIRMA SENZA PROGRESSIONI PER TUTTI !

Trieste -

          Il 13 dicembre ’07, si è svolto un incontro di trattativa sul contratto integrativo di ateneo (quello che un tempo chiamavamo <Fondo incentivante>).

         La delegazione sindacale che fa riferimento a RdB (sigg. Giuseppe Forestieri, Fulvio Grasso e Ferdinando Zebochin) ha deciso – unici fra tutti i soggetti sindacali - di NON firmare il testo del contratto.

         “Siamo convinti che la copertura integrale della PEO sia la discriminante di questo contratto, in coerenza al mandato ricevuto dai lavoratori nonché in relazione al bassissimo potere d’acquisito degli stipendi della nostra categoria e a contratti nazionali che erogano pochi spiccioli d’aumento a distanza di tanti anni dalla loro scadenza” (stralcio di quanto detto da RdB per argomentare la mancata firma).

         Abbiamo ribadito, una volta di più, che le principali responsabilità per il dissesto di bilancio vanno cercate altrove. Noi abbiamo già dato!

         Naturalmente non tutti la pensano allo stesso modo. Da parte nostra, anche se siamo rimasti soli in questa battaglia di giustizia, consideriamo doveroso non firmare il contratto sul fondo incentivante fino a quando non ci daranno la aranzia che la PEO sarà riconosciuta a tutti gli aventi diritto.       

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni