TRIESTE: SU LA TESTA ! CONTRO PRIVATIZZAZIONE E CRIMINALIZZAZIONE DEL DISSENSO

FIRMA LA PETIZIONE IN FAVORE DEL LAVORATORE PRECARIO LUCA TORNATORE

Trieste -

Comunicato sindacale

 

Su la testa!

L'obiettivo non e' solo l'universita' pubblica.

Il disegno di legge - con il quale il Governo si propone di consegnare ai furbetti di Confindustria & Compagni di merende i settori piu' appetibili delle universita' pubbliche - e' parte di un progetto, iniziato almeno dai primi anni '90, di progressivo smantellamento dello Stato Sociale e di conseguente trasferimento di funzioni dal settore pubblico a quello privato.

Pensate alla distruzione del sistema pensionistico pubblico (Fin dal Governo Amato del '92 e Governo Dini del '95) che vide la partecipazione entusiasta dei sindacati "concertativi e collaborativi" (compresi quelli che amano definirsi autonomi e "apolitici") e alla piu' recente privatizzazione dell'acqua, bene comune per definizione (proposta pienamente condivisa dall'attuale governo e dal <PDL SENZA L>).

Oggi vi segnaliamo due recentissime iniziative di cui (strano!) non sentirete tanto parlare:

 

a) Privatizzazione delle forze armate: tra gli arzigogoli della legge finanziaria e' stata inserita una norma secondo la quale tutta la gestione della difesa passa in mano a una societa' per azioni. Tale S.p.A. spendera' oltre 3 miliardi di euro l'anno agli ordini di La Russa (vedi: L'Espresso del 22\12\09, pag. 50). In questo modo un intero Ministero smettera' (se la norma resterà così come la conosciamo oggi) di essere pubblico! Basta con questi maledetti concorsi pubblici per reclutare il personale, i lavoratori li mando dove voglio a fare quel che ordina il principe di turno! E chi se ne frega della Corte dei Conti, le norme sul controllo non si applicano al privato!

Naturalmente, il passo successivo sara' la completa e formale privatizzazione di altri settori (sanità compresa)...

 

ED INFATTI, come volevasi dimostrare:

 

b) Privatizzazione della protezione civile: Il Consiglio dei ministri del 17 dicembre (leggi di piu' sul sito nazionale.rdbcub.it/index.php) ha approvato la trasformazione della protezione civile in societa' per azioni!

 

In una parole, l'obiettivo e' il completo smantellamento dello Stato sociale, vera maledizione per Confindustria & Company: guai ad un settore pubblico che funziona perche' allontana i cittadini dalle imprese private!

Corollario indispensabile, la criminalizzazione del dissenso (ancorche' manifestato pacificamente): non e' un caso che il sindacalismo di base ha sempre la vita dura, in tutti i settori. Ad esempio non abbiamo piu' la possibilita' di convocare un'assemblea, mentre per convocarla come RSU dovremmo chiedere il permesso a quanti sono stati eletti nelle altre liste sindacali (bella democrazia!).

 

Per questa ragione vi lasciamo, invitandovi a sottoscrivere on-line la petizione in favore del lavoratore precario Luca TORNATORE, assegnista di ricerca nell'Università di Trieste - Dipartimento di Fisica, arrestato nella notte fra il 14 e il 15 dicembre dalla polizia danese, durarante il vertice sul clima di Copenhagen accusato di violenze che - secondo quanti lo conoscono da anni nonche' degli attivisti presenti al vertice - non puo' aver commesso.

 

Per sottoscrivere on line la petizione vai su: www.petizionionline.it/firme/per-la-liberazione-di-luca-tornatore/437

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni